RLS - Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza

Prof.ssa Alessandra Amico

Il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza è un soggetto eletto dai lavoratori, nell’ambito delle rappresentanze sindacali. Egli deve partecipare ai protocolli di sicurezza nella scuola dove fa servizio.

Il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (o RLS scolastico), come altre figure che riguardano la gestione della sicurezza sul luogo di lavoro, è individuato dal D. Lgs. 81/08. La normativa richiede la nomina di un RLS per le istituzioni che impiegano fino a 200 dipendenti. Una volta nominato, il Rappresentante ha il diritto/dovere di ottenere una formazione specifica sul tema della salute e della sicurezza.  

Tra le prerogative più importanti del RLS rientra la sua consultazione in una serie di attività cruciali che concernono la gestione della sicurezza nell’istituto.

Si tratta, dunque, di una funzione consultiva che si spiega in relazione al fatto che il Rappresentante è un intermediario tra il personale scolastico, dei cui interessi è portatore, e il comparto dirigenziale in materia di sicurezza. L’obiettivo è quello di integrare al massimo le conoscenze dell’ambiente lavorativo nella elaborazione delle strategie di sicurezza, così da fornire un quadro più aderente alla realtà dell’istituto quando si vanno ad adottare interventi e pianificazioni.

Ancora in dettaglio, per svolgere i compiti che gli sono attribuiti, il RLS:

– può esercitare l’accesso ai luoghi della scuola e ai documenti che concernono la gestione della sicurezza;

– deve essere consultato rispetto a tutti i protocolli di sicurezza scolastica;

– promuove proposte avanzate dai lavoratori o proprie riguardo ai temi della sicurezza sul lavoro;

– partecipa alle riunioni con i responsabili di sicurezza e interagisce con costoro e con le autorità esterne di controllo.

Considerata la funzione che deve svolgere, il RLS ha sostanzialmente il compito di verificare che la valutazione dei rischi ad opera dei soggetti preposti sia svolta nel migliore dei modi. Accanto ai compiti di carattere consultivo che gli sono affidati, il RLS deve individuare autonomamente programmi e interventi in materia di prevenzione (ad esempio, misure anti-incendio, attività di pronto soccorso e prove di evacuazione), nonché farsi promotore di attività di formazione e informazione del personale.

Tra i compiti del RLS scolastico rientra, infine, la gestione rispetto agli infortuni e alle malattie professionali già incorse o a rischio.

Per contro, sul RLS gravano anche importanti responsabilità e obblighi, tra cui quello di avvisare il Dirigente Scolastico e/o il suo staff dirigenziale rispetto ai rischi individuati nella scuola.