Piano Annuale delle attività

 PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITÀ

 Deliberato dal Collegio dei Docenti nella seduta del 02/09/2022

   

A.S. 2022/2023

 

 IL DIRIGENTE SCOLASTICO

 

VISTO l’art .28 , comma 4 del CCNL2006/2009

VISTO il PTOF  dell’istituzione scolastica                                                                                       

VISTA l’O.M. n. 166 del 24.6.202;

VISTO il D.A. n. 1101 del 10.06.2022

VISTA la delibera del Collegio dei docenti, relativa agli aspetti organizzativi, del 02/09/2022

VISTA la delibera del Consiglio d’Istituto del 02/09/2022

 

  • Predispone

per l’anno scolastico 2022/2023 il seguente Piano annuale delle attività

Inizio Lezioni: 14 settembre 2022 (Mercoledì)
Termine Lezioni: 10 giugno 2023 (Sabato)
Festività Natalizie: dal 23 dicembre 2022 al 7 gennaio 2023
Festività Pasquali: dal 6 Aprile al 11 Aprile 2023
Totale giorni di lezione: 206 (ovvero -1=205, se la Festa del Santo Patrono ricade durante l’anno scolastico).

 Esami di Stato 2° grado . L'esame di Stato conclusivo dei percorsi di studio di istruzione secondaria di secondo grado per l'anno scolastico 2022/2023 - ivi compresi i percorsi di secondo livello per gli adulti iscritti e frequentanti i suddetti percorsi - ha inizio, per l'intero territorio nazionale, con la prima prova scritta, il giorno 21 giugno 2023, alle ore 8:30.

 Calendario scolastico 2022/23

 Il calendario delle festività relativo all'anno scolastico 2022/23 è il seguente:

  • tutte le domeniche;
  • il primo novembre, Ognissanti;
  • l’8 dicembre, Immacolata Concezione;
  • il 25 dicembre Natale;
  • il 26 dicembre Santo Stefano;
  • il primo gennaio, Primo dell’Anno;
  • il 6 gennaio, Epifania;
  • il 9 aprile, Pasqua;
  • il 10 Aprile Lunedì dell’Angelo;
  • il 25 aprile, Festa della Liberazione;
  • 1 Maggio, Festa del Lavoro;
  • il 2 Giugno, Festa nazionale della Repubblica;

Altri giorni  di chiusura deliberati dal C. d. I. nella seduta del 02/09/2022:

 2 Novembre 2022 ( Commemorazione dei defunti)

9 Dicembre 2022 (Venerdì)

24 aprile 2023 (Lunedì)

 giorni festivi in cui si registrano numerose assenze degli alunni con vanificazione di fatto  dell’attività didattico-educativa.

 Nota: I giorni di chiusura deliberati dal Consiglio d’istituto potranno essere fruiti nel rispetto dell’art.74, 3° comma, del Decreto legislativo n.297 del 1994, relativo allo svolgimento di almeno 200 giorni di lezione.  I giorni di sospensione delle attività didattiche, ai sensi dell'art. 5 del DPR 275/99 e nel rispetto della nota prot. n.1000 del 22 febbraio 2012, saranno comunque recuperati con le seguenti attività didattiche che avranno luogo in orario antimeridiano pomeridiano, festivo o per l’intera giornata: Open day, Visite didattiche, Viaggi di Istruzione. Qualora, per ragioni diverse, in corso d’anno dovesse essere messo a rischio il raggiungimento dei 200 giorni di lezione, il Dirigente Scolastico emanerà provvedimento di sospensione della fruizione di tali giorni.

Al fine di un sereno avvio dell’anno scolastico, che favorisca il rientro nei ritmi scolastici degli allievi, dopo il lungo periodo di vacanza, il Consiglio d’Istituto ha deliberato i seguenti orari di inizio e fine delle attività didattiche:

In tutte le sedi dell’Istituto le lezioni si svolgeranno da lunedì a venerdì in presenza e il martedì e giovedì 1/2 ore pomeridiane in DDI.

Sulla base dei criteri stabiliti dal Collegio Docenti, dal Consiglio di Istituto e ai sensi del D. L. 06 agosto 2021, n. 111 le attività si svolgeranno da lunedì a venerdì in presenza. Con Delibera n. 39 del 30/11/2021 il Collegio dei Docenti dell’Istituto ha approvato il PTOF per il triennio 2022/2025 con cui si adotta la Didattica Digitale Integrata quale normale modalità per la gestione delle attività didattiche pertanto, il martedì e giovedì si svolgerà un’ora pomeridiana in DDI (Solo per le classi 1^ ITAAA il martedì saranno svolte 2h di DDI e il giovedì 1 ora).

La scansione oraria è la seguente:

Tutte la classi dell'Istituto

 

dalle

alle

Lunedì

Martedì

Mercoledì

Giovedì

Venerdì

Sabato

1° ora

08:00

08:50

50

50

50

50

50

2° ora

08:50

09:50

60

60

60

60

60

3° ora

09:50

10:50

60

60

60

60

60

Pausa di Socializzazione

10:45

10:55

5' sottratti dalla 3^ ora e 5' sottratti alla 4^ ora

4° ora

10:50

11:50

60

60

60

60

60

5° ora

11:50

12:40

50

50

50

50

50

6° ora

12:40

13:30

50

50

50

50

50

7° ora

16:00

17:00

 

DDI

 

DDI

 

8° ora

17:00

18:00

 

DDI*

 

 

 

*solo 1^ ITAAA

 

Da mercoledì 14 settembre a venerdì 30 settembre le classi entreranno alle ore 8,00 e usciranno alle ore 12:40;  Da lunedì 3 ottobre si effettuerà l’orario regolare di lezione ivi compresa la DDI.

Le discipline della DDI sono deliberate dal Collegio dei Docenti su proposta della Commissione Didattica.

Le ore non svolte per via dell’orario ridotto, saranno recuperate dai docenti con le sostituzioni dei colleghi assenti dal 14 settembre al 30 settembre e con tutte le attività che prevedono l’accompagnamento, la partecipazione e la sorveglianza delle classi in attività sportive, culturali e laboratoriali oltre il proprio regolare orario di servizio.

Qualora tornino a verificarsi condizioni sanitarie che impongano interventi di deroga alla “scuola in presenza”, per il tempo strettamente necessario, l’ Istituto avrà cura di assicurare il diritto allo studio dei propri alunni attraverso il ricorso alla didattica digitale integrata, su cui ha deliberato apposito Regolamento. La didattica digitale integrata - secondo il Piano della nostra scuola e, per quanto concerne il personale, secondo le previsioni del CCNI 25 ottobre 20206 - sarà anche la risposta all’eventuale quarantena - disposta dalle autorità sanitarie competenti - di gruppi classe e singoli alunni.

Modalità di funzionamento e operative degli Organi collegiali

Gli Organi collegiali della scuola sono:

  • Il Consiglio di classe;
  • Il Collegio dei Docenti
  • Il Consiglio d’Istituto.

Le riunioni si svolgono in orario non coincidente con le lezioni, di norma dalle 16.00 alle 17.30; ogni riunione viene sinteticamente verbalizzata sull’apposito registro.

Articolazione del Collegio in sottocommissioni e per dipartimenti

Per snellire e agevolare i lavori del Collegio dei docenti sarà possibile operare in sotto-commissioni e per dipartimenti disciplinari. I lavori saranno verbalizzati da coordinatori delegati dal DS. Le decisioni assunte, saranno portate in collegio dei docenti in seduta plenaria per la delibera formale.

CONSIGLIO DI CLASSE

Il Consiglio di classe (C.d.C.) è composto dai docenti di ogni singola classe (inclusi quelli di sostegno), da due rappresentanti dei genitori e due rappresentanti degli studenti.

Fanno parte del Consiglio di classe a titolo consultivo anche i docenti tecnico pratici e gli assistenti addetti alle esercitazioni di laboratorio che coadiuvano i docenti delle corrispondenti materie tecniche e scientifiche. Le proposte di voto per le valutazioni periodiche e finali sono formulate dai docenti di materie tecniche e scientifiche, sentiti i docenti tecnico-pratici o gli assistenti coadiutori.

Nei corsi per lavoratori studenti, sono previsti tre rappresentanti degli studenti, ma non è prevista la presenza della componente genitori.

Presiede il Dirigente Scolastico, che nomina un coordinatore con funzioni di segretario verbalizzante. Il Dirigente scolastico, nel caso non presieda personalmente, nomina il docente tutor in qualità di presidente; il docente delegato ha il compito di scegliere un segretario per la redazione del verbale nell’apposito registro.

Per l’anno scolastico 2022/23 sono previsti gli incontri del C.d.C descritti dettagliatamente nell’allegato calendario per trattare i seguenti argomenti:

 

 

Settembre / Ottobre

Predisposizione prove d’ingresso per le classi seconde, quarte e quinte. Predisposizione delle progettazioni per competenze. Programmazione di massima delle attività laboratoriali. Programmazione Educazione civica. Definizione di proposte progettuali per l’aggiornamento del PTOF. Individuazione dei contenuti da trattare “a distanza” in DID. Individuazione supporti per gli alunni BES.  Individuazione di massima di tematiche e nuclei culturali trasversali e pluridisciplinari (classi quinte). Predisposizione prove comuni e compiti autentici per le classi prime e terze Analisi dei risultati delle prove d’ingresso - Progettazione didattica – Piano di lavoro e patto di corresponsabilità – PDP – Verifica PEI e PIA. Proposte visite guidate e viaggi d’istruzione, da effettuare dal 14 al 23 aprile qualora le norme anti-contagio lo consentano.

Approvazione progetto triennale di PCTO nelle classi terze.

Eventuale modifica dei progetti PCTO delle classi quarte e quinte.

Novembre

Stato di attuazione della progettazione.

Verifiche livelli di apprendimento: analisi bisogni formativi.

Predisposizione prova oggettiva comune intermedia.

N.B. I risultati verranno prontamente comunicati alla F. Strumentale Autovalutazione

Febbraio

Valutazione

Primo quadrimestre

Verifica del recupero dei PIA

Aprile

Stato di attuazione della progettazione

Verifiche livelli di apprendimento: analisi bisogni formativi.

Verifica di eventuali UDA passerella

Maggio

Proposte Adozione Libri di testo

Elaborazione documento finale classi quinte.

Predisposizione prova comune finale per tutte le classi (i risultati verranno tempestivamente trasmessi alla FS Autovalutazione

Giugno

Scrutini

Valutazione PCTO

 

 

  1. a) Nei Consigli di Classe previsti nel mese di ottobre

si discuterà del seguente O.D.G.:

 

  1. Profilo di ingresso degli alunni
  2. Elaborazione del contratto formativo
  3. Individuazione e supporti per gli alunni con Bisogni Educativi Speciali
  4. Alunni con DSA
  5. Alunni diversamente abili
  6. Designazione tutor d'aula per l'elaborazione del PFI e sostituzione dei tutor cessati
  7. Approvazione progetto triennale di PCTO (classi III)
  8. Aggiornamento o variazione del progetto di PCTO (classi IV o classi V)
  9. Individuazione tematiche e nuclei culturali pluridisciplinari da svolgere nel corso dell’a.s. (classi V)
  10. Individuazione tematiche da sviluppare nelle UDA pluridisciplinari per assi culturali (classi I, II, III, IV IPSEOA/IPSARS)
  11. Programmazione di massima delle attività laboratoriali;
  12. Proposte visite guidate e viaggi d’istruzione
  13. Varie ed eventuali.

 

I consigli di classe saranno presieduti dal Dirigente Scolastico o da un suo delegato o dal tutor di classe. Il Tutor di classe avrà cura di compilare la scheda riassuntiva del profilo di ingresso degli alunni.

 

  1. c) Nei consigli di classe per le valutazioni periodiche infra-quadrimestrali si discuterà del seguente d.g.

1^BIMESTRE del 1^ quadrimestre

In seduta aperta con la presenza dei genitori e degli alunni

  1. Insediamento dei rappresentanti dei genitori e degli alunni neoeletti
  2. Verifica della progettazione didattica ed educativa di classe
  3. Approvazione PEI elaborato dal GLO
  4. Proposte ed indicazioni dei genitori e degli alunni

In seduta chiusa

  1. Valutazioni periodiche e valutazione del processo apprendimento/insegnamento
  2. Azioni di recupero per gli alunni con carenze
  3. Approvazione PDP degli alunni con DSA e BES
  4. Eventuale individuazione degli alunni con DSA e / o altri BES
  5. Verifica del P.F.I (CLASSI IPSEOA/ IPSASR)
  6. Designazione dei componenti della Commissione per gli Esami di Qualifica e sostituti (CLASSI III IPSEOA, IPSASR)
  7. Individuazione Esperto esterno Esami di Qualifica e sostituto
  8. Designazione del docente di sostegno dell’alunno diversamente abile in seno alla commissione per gli  Esami di Qualifica
  9. Varie ed eventuali.

1^BIMESTRE del 2^ quadrimestre

In seduta aperta con la presenza dei genitori e degli alunni

  1. Verifica della progettazione didattica ed educativa di classe
  2. Proposte ed indicazioni dei genitori e degli alunni 

In seduta chiusa

  1. Valutazioni periodiche e valutazione del processo di apprendimento/insegnamento
  2. Azioni di recupero per gli alunni con carenze
  3. Verifica degli alunni con BES e con DSA
  4. Verifica dei P.E.I. degli alunni diversamente abili
  5. Verifica PFI (solo per la sede IPSEOA/IPSASR)
  6. Valutazione e monitoraggio del percorso PCTO in itinere (classi 3^, 4^, 5^ di tutte le sedi)
  7. Individuazione e nomina dei commissari Esami di Stato 2022/2023 (classi 5^ di tuttele sedi)
  8. Varie ed Eventuali

I consigli di classe saranno presieduti dal Dirigente (in sua assenza sono delegati i tutor di classe). I tutor di classe controlleranno che i dati siano riportati a sistema correttamente, qualora ve ne fosse la necessità, aiuteranno i docenti a compilare le schede a sistema.

 

  1. Nei consigli di classe per la valutazione quadrimestrale e per gli Adempimenti agli Esami di Stato (Febbraio e Maggio) si discuterà del seguente D.G.

 Febbraio

In seduta aperta con la presenza dei genitori e degli alunni

 Verifica della progettazione didattica ed educativa di classe

  1. Proposte dei genitori e degli alunni.

In seduta chiusa

  1. Valutazioni periodiche e valutazione del processo di apprendimento/insegnamento
  2. Azioni di recupero per gli alunni con carenze
  3. Verifica degli alunni con BES e con DSA
  4. Verifica dei P.E.I. degli alunni diversamente abili
  5. Verifica del PFI
  6. Varie ed eventuali

 Maggio

Elaborazione del Documento finale (Documento del 15 Maggio)

 Predisposizione del documento previsto per gli esami di Stato da affiggere all’albo ed inviare alla commissione di esame;

  1. Varie ed eventuali.

 I consigli di classe saranno presieduti dal Dirigente Scolastico.

 Giugno

  1. Nei Consigli di Classe di fine anno scolastico si discuterà del seguente d.g.
  2. Scrutini finali;
  3. Valutazione finale e certificazione del percorso triennale di PCTO (classi III/IV/V);
  4. Elaborazione della certificazione delle competenze per le classi 2^;
  5. Sottoscrizione delle verifiche dei PEI e dei PED;
  6. Varie ed eventuali.

 I consigli di classe saranno presieduti dal Dirigente Scolastico (in sua assenza sono delegati i tutor di classe). I tutor di classe controlleranno che i dati siano riportati a sistema correttamente, eventualmente aiuteranno i docenti, che non lo avessero fatto correttamente, a compilare le schede a sistema.

ATTIVITÀ DI RECUPERO E POTENZIAMENTO

Dal 10 febbraio al 24 febbraio i docenti organizzeranno attività di recupero e potenziamento in orario curricolare e interventi mirati alla personalizzazione del PFI dei professionali.  Dal 27 febbraio al 4 marzo, verifiche formali sul recupero del debito formativo (1°appello). Dal 27 al 31 marzo, verifiche formali sul recupero del debito formativo (2°appello).

 Dal 26 giugno al 14 luglio 2023, corsi di recupero per eventuali alunni con debito formativo e con giudizio sospeso. Esami dei Debiti formativi dal 28 al 30 Agosto e scrutini differiti dal 30 al 31 agosto.

 

I progetti di potenziamento, relativamente alle ore assegnate, dovranno essere depositate presso l’ufficio di presidenza. Le ore di potenziamento assegnate all’organico dell’autonomia saranno inserite nell’orario scolastico in codocenza con le diverse discipline e prioritariamente nelle classi del triennio secondo lo schema di massima sotto riportato:

 

Disciplina Potenziamento

Biennio

Triennio

Italiano

Discipline dell’asse dei Linguaggi

Asse dei Linguaggi

Inglese

Discipline dell’asse Tecnologico

Discipline dell’asse Tecnologico

Matematica

Discipline dell’asse Tecnologico

Discipline dell’asse Tecnologico

Diritto ed Economia

Asse Storico Sociale

-----

Dir. E Tec. Amministrative

-----

Asse Storico Sociale

S.I. Sc. Della Terra e Biologia

Discipline dell’asse Tecnologico

Discipline dell’asse Tecnologico

 

COLLEGIO DEI DOCENTI

 

Nel corso dell’anno sono previsti 8 Collegi docenti della durata di 1/2 ore circa ciascuno.

Almeno 5 gg. prima, i docenti ricevono la convocazione del collegio con l’ordine del giorno sugli argomenti posti in discussione e gli atti oggetto di delibera, i docenti sono sollecitati ad esprimere opinioni e suggerimenti ed invitati a formulare proposte.

Quando necessario, si arriverà a formalizzare le decisioni mediante votazione. Nel caso in cui l’ordine del giorno, alla scadenza dell’orario previsto, non sia completamente esaurito, il collegio verrà aggiornato. Nel caso in cui si verifichi un’urgenza che richieda formale delibera, il collegio potrà essere convocato in via straordinaria con un minimo di preavviso.

 

RIUNIONI DEL COLLEGIO DEI DOCENTI IN SEDE CENTRALE

e/o a distanza in mdalità telematica sincrona

Attività

Data

 Orario delle attività                     

 

Collegio docenti

Venerdì 2 settembre 2022

16,00

Collegio docenti

Martedì 13 settembre 2022

9,30

Collegio docenti

mercoledì 26 ottobre 2022

16,00

Collegio docenti

mercoledì 21 dicembre 2022

16,00

Collegio docenti

venerdì 24 marzo 2023

16,00

Collegio docenti adozione libri di testo

venerdì 12 maggio 2023

16,00

Collegio docenti finale

venerdì 16 giugno 2023

9,30

Collegio docenti inizio anno scolastico

lunedì 4 settembre 2023

16,30

 

Per eventuali altre delibere necessarie: ore rimanenti. Nota: le riunioni del Collegio del mese di settembre, avranno luogo in orario antimeridiano; negli altri mesi, possibilmente dalle 16,00 alle 17,30.

 

  1. NEL COLLEGIO DEI DOCENTI DEL 26 OTTOBRE

 si discuterà del seguente O.D.G.

  1. Revisione e aggiornamento del PTOF triennio 2022/23, 2023/24, 2024/25;
  2. Approvazione del Piano di Miglioramento del RAV;
  3. Criteri e griglia di valutazione del comportamento;
  4. Criteri valutazione per l’ammissione alla classe successiva;
  5. Eventuali altri punti.

 

3.         NEI COLLEGI DEI DOCENTI CHE SEGUONO LE VALUTAZIONI PERIODICHE

 

si discuterà del seguente O.D.G.

  1. Risultanze delle verifiche periodiche;
  2. Attività di recupero e potenziamento;
  3. Eventuali altri punti.

 

4.         NEL COLLEGIO DEI DOCENTI PER L’ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO (previsto a maggio)

 

si discuterà del seguente O.D.G.

  1. Adozioni libri di testo a.s. 2022/23
  2. Criteri per l’attribuzione Credito Scolastico
  3. Criteri e deroghe per l’ ammissione alla classe successiva
  4. Eventuali altri punti.

 

5.         NEL COLLEGIO  DEI DOCENTI  DI FINE ANNO ( previsto a giugno)

 

si discuterà del seguente O.D.G.

  1. Riflessione sugli esiti degli scrutini finali e Valutazione;
  2. Verifica e valutazione del P.T.O.F.;
  3. Verifica delle attività svolte dai docenti con funzioni strumentali;
  4. Resoconto Docenti referenti Progetti di Istituto;
  5. Eventuali altri punti.

 CALENDARIO ESAMI INTEGRATIVI E IDONEITÀ

 Gli esami di idoneità si svolgono in un’unica sessione anche nel mese di settembre, ma prima dell’inizio delle lezioni dell’anno successivo.

 CONSIGLIO D’ISTITUTO

 

Il Consiglio d’ Istituto (C.d.I.), nelle scuole con popolazione scolastica superiore a 500 alunni, è costituito da 19 componenti: - otto rappresentanti del personale docente - due rappresentanti del personale A.T.A. - quattro rappresentanti dei genitori - quattro rappresentanti degli alunni Il Dirigente scolastico è membro di diritto del C.d.I. che, secondo l’attuale normativa, è presieduto da un genitore e si rinnova con cadenza triennale, salvo decadenza dei componenti. Il C.d.I. di norma viene preceduto da una riunione di Giunta che ha il compito di preparare i lavori, reperire ed organizzare la documentazione necessaria, predisporre l'ordine del giorno ed attuare le delibere.

Il Consiglio d’Istituto svolge un compito molto importante nell’organizzazione della vita scolastica assumendo delibere in ambito amministrativo gestionale e, fatte salve le competenze del Collegio dei Docenti, in ordine alla programmazione delle attività educative.

Gli atti del Consiglio d’Istituto sono depositati nell’ufficio di segreteria.

La Giunta Esecutiva si riunisce di norma una settimana prima del C.d.I. per preparare i lavori ed ogni qual volta sia necessario dare esecuzione alle delibere del Consiglio stesso.

 Elezioni rappresentanti dei genitori

 Non appena disponibile il calendario, sarà convocata l’assemblea dei genitori per procedere alle elezioni dei rappresentanti nel consiglio di classe.

L’assemblea è presieduta da un docente.

Nel corso dell’assemblea vengono presentati la programmazione educativo-didattica, compiti, impegni e funzioni del consiglio di classe e il ruolo del delegato.

L’orario previsto è di un’ora, poi si procede all’insediamento del seggio che resterà in funzione fino alle 19.00 circa.

 Rapporti scuola/famiglia.

 I rapporti con le famiglie sono indispensabili alla vita scolastica e sono finalizzati alla collaborazione, nel rispetto dei ruoli educativi propri di ciascuna componente.

Gli obiettivi sono riconducibili a

  • Instaurare un rapporto di dialogo, fiducia e trasparenza tra le parti coinvolte nel processo educativo;
  • Dare ascolto e valore alla collaborazione dei genitori nelle scelte educative della scuola;
  • Offrire al discente una coerenza di atteggiamenti e valori tra scuola e famiglia, che siano di riferimento e sicurezza per l’alunno in formazione.

I genitori degli alunni possono prenotare i colloqui individuali con i docenti secondo le modalità indicate nel Regolamento d’Istituto . L’orario di ricevimento dei singoli insegnanti è consultabile all’albo della scuola, oltre che nella sezione Amministrazione Trasparente :  Disposizioni Generali – Atti Generali  e Organizzazione – Articolazione degli Uffici.

Gli incontri scuola-famiglia (ricevimento dei genitori)  sono previsti nei mesi di Dicembre, Febbraio e Aprile in modalità da definire in funzione delle indicazioni del Ministero dell’Istruzione e/o del Ministero della Sanità.

 Attività funzionali all’insegnamento

 Attività funzionali all’insegnamento (non quantificabili) sono: preparazioni delle lezioni e delle esercitazioni; correzione degli elaborati; rapporti individuali con le famiglie; scrutini ed esami e compilazione dei relativi documenti; accoglienza degli alunni all’ingresso 5 minuti prima dell’inizio delle lezioni e assistenza all’uscita (art. 29 del CCNL).

Agli impegni collegiali in calendario si aggiungono:

- Eventuali consigli di classe e/o collegi dei docenti convocati in caso di necessità;

- Incontri di sotto-commissioni del Collegio dei Docenti convocati per temi specifici;

- Partecipazione a corsi di formazione/aggiornamento deliberati dagli Organi Collegiali 

- Incontri di formazione/informazione obbligatori sulla sicurezza dei lavoratori previsti dal D.Lgs. 81/2008 e l’informativa sulla legge della privacy.   

 PCTO e Apprendistato

 

La Legge di bilancio 2019 (Legge 30 dicembre 2018, n. 145) ha previsto sostanziali modifiche nella strutturazione dei percorsi di “Alternanza scuola-lavoro” – già introdotti dal D. Lgs. N. 77/2005 e resi obbligatori dalla L. 107/2015- cambiando la loro denominazione in “Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento” (PCTO) e, a decorrere dall’anno scolastico 2018/19, ne ha ridotto la durata minima complessiva.

 Secondo la normativa in vigore, il numero di ore minimo complessivo attraverso cui sviluppare i Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento è di:

210 ore minime nel triennio degli istituti professionali;

150 ore nel secondo biennio e nel quinto anno degli istituti tecnici;

La progettazione è triennale ed è approvata dal Consiglio di Classe che individua le discipline sulle quali far ricadere la valutazione (Area professionalizzante – Asse Scientifico tecnologico).

L’avvio dei percorsi di stage/tirocinio sono possibili, con apposita convezione fra l’Istituto e l’azienda partner, dopo il conseguimento degli attestati del corso specifico sulla sicurezza e dell’HACCP, quest’ultimo se previsto nel profilo professionale.

Le convenzioni con le aziende sede di tirocinio hanno durata triennale.

Le esperienze del tirocinio devono annualmente concludersi entro il 31 agosto ad eccezione del 5^ anno ove il termine è fissato al 15 Maggio.

I tutor di PCTO si accerteranno della correttezza delle informazioni inserite nella piattaforma che saranno trasferite nel Curriculum dello Studente.

 Il percorso di apprendistato, si delinea come una nuova modalità di studio e formazione duale che consente di  attuare un percorso flessibile e personalizzato, fortemente esperenziale, per arrivare insieme, scuola e mondo del lavoro, alla certificazione di competenze ritenute unitariamente valide.

I percorsi di durata triennale prevedono giorni di attività a scuola e giorni di attività presso l’azienda con cui è stato stipulato il contratto di lavoro. La Commissione è incaricata all’organizzazione e alla stipula del contratto formativo.

 Progetti FSE - FESR - PON

Nell’ambito dei progetti FSE - FESR – PON sono emanati appositi avvisi di candidatura per le figure di progetto e selezionati da apposita commissione.

Le attività si svolgono in orario extra scolastico, prioritariamente in orario pomeridiano, di norma per non più di 3 ore continuative per due giorni la settimana (almeno 10 incontri).

Le attività specifiche sono riportate nel singolo avviso di candidatura.

 Esami di qualifica in regime di sussidiarietà integrativa

 Ai sensi del D.D.G. n. 1277 del 14/07/2021 e della deliberazione della Giunta Regionale della Sicilia n. 287 del 1° luglio 2021 – “Modifica e Revisione delle Linee Guida per la realizzazione dei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale (IeFP)” nel periodo precedente il termine delle lezioni (mese di maggio dell’a.s. in corso) si svolge la Fase A di cui al punto 5.4.1 delle Linee Guida – somministrazione di prove pluridisciplinari, per Assi Culturali, elaborate dai Docenti del C.d.C. al fine di verificare il conseguimento degli standard formativi previsti dal corso – Negli scrutini di fine anno, in scrutinio separato, il C.d.C tenuto conto delle valutazioni, del percorso formativo triennale, della frequenza di almeno il 75% del monte ore triennale, delle prove pluridisciplinari finali e del percorso di ASL, delibera l’ammissione/NON ammissione a sostenere la Fase B-EQF3 di cui al punto 5.4.2 delle Linee Guida.

La suddetta Fase B-EQF3 è condotta dal Presidente della Commissione nominata dall’Assessorato Regionale dell’Istruzione e della Formazione Professionale e dalla Commissione proposta dall’Istituzione scolastica (entro lo scrutinio del 1^ quadrimestre) e nominata dall’Assessorato Regionale dell’Istruzione e della Formazione Professionale.

 Curriculum dello Studente

 Con la nota del Ministero dell'Istruzione n. 7116 del 2 aprile per la Maturità 2021 sono state fornite le indicazioni operative per il “Curriculum dello Studente”, il documento che dovranno compilare gli studenti, previsto dalla Legge 107 del 2015 e in seguito disciplinato dal Decreto legislativo 62 del 2017.

Attraverso il sito “Curriculum dello studente” i maturandi, nel mese di maggio, una volta abilitati dalla segreteria dell’Istituto potranno con le apposite credenziali inserire le attività sul proprio curriculum che si compone di tre sezioni: la prima contiene tutte le informazioni relative al percorso di studi, al titolo di studio conseguito, ad eventuali altri titoli posseduti, ad altre esperienze svolte in ambito formale; la seconda parte è inerente alle certificazioni di tipo linguistico, informatico o di altro genere; la terza parte potrà contenere le attività extrascolastiche svolte ad esempio in ambito professionale, sportivo, musicale, culturale e artistico, di cittadinanza attiva e di volontariato.

I docenti delle 5^ classi nel mese di maggio provvederanno a supportare gli alunni nella redazione del Curriculum che, completo dei dati relativi alle prove dell’Esame di Stato, ne diventa allegato integrato al titolo.

  Curricolo di Educazione Civica

Da settembre 2020 l'Educazione Civica è una disciplina trasversale che interessa tutti i gradi scolastici, a partire dalla scuola dell’Infanzia fino alla scuola secondaria di II grado.

 L'insegnamento ruota intorno a tre nuclei tematici principali: LA COSTITUZIONE, il diritto (nazionale e internazionale), i valori della legalità e solidarietà; LO SVILUPPO SOSTENIBILE, l’educazione ambientale, la conoscenza e tutela del patrimonio e del territorio; LA CITTADINANZA DIGITALE

Il Consiglio di classe, sulla base delle UDA individuate nel curricolo di Istituto, elabora una unità pluridisciplinare per l’insegnamento trasversale dell’EDUCAZIONE CIVICA. Gli allievi delle classi quinte affronteranno la tematica in sede di colloquio all’Esame di Stato. La progettazione di dettaglio terrà conto delle tematiche individuate nel curricolo d’istituto.

Ogni disciplina è coinvolta nella progettazione e nello svolgimento di 4 ore annue (2 ore al primo quadrimestre e 2 ore al secondo quadrimestre). La valutazione è effettuata nello scrutinio del 1^ quadrimestre e nello scrutinio finale ad opera del docente coordinatore di educazione civica che accede al registro condiviso.

 Certificazione delle Competenze nel Biennio dell’Obbligo

 L’attuale sistema educativo nazionale di istruzione e formazione prevede l’obbligo della certificazione delle competenze acquisite dallo studente nell’assolvimento dell’obbligo di istruzione (della durata di 10 anni), quindi alla fine del primo biennio.

Il documento di “certificazione delle competenze di base” del biennio è conseguente agli esiti dello scrutinio finale e alla definizione, da parte dei consigli di classe, dei livelli raggiunti dallo studente in riferimento alle competenze di base specificate per i 4 assi nel modello del Decreto Ministeriale n.9 del 27 gennaio 2010

 La certificazione  prevede quindi l’indicazione del livello raggiunto per ciascuno dei seguenti assi:

asse dei linguaggi (lingua italiana, lingua straniera, altri linguaggi)

asse matematico

asse scientifico-tecnologico

asse storico-sociale

Per ciascuno di essi va specificato il livello raggiunto, distinto in:

LIVELLO BASE - LIVELLO INTERMEDIO - LIVELLO AVANZATO

Nel caso non sia stato raggiunto il livello base, viene riportata la dicitura LIVELLO BASE NON RAGGIUNTO, con l’indicazione della relativa motivazione (di cui si fa menzione anche nel verbale della riunione di scrutinio).

La certificazione delle Competenze nel Biennio dell’Obbligo viene effettuata durante lo scrutinio finale ed eventualmente rivista nello scrutinio differito a seguito di sospensione del giudizio.

La certificazione tiene conto della valutazione delle competenze valutate nei singoli voti del registro. 

 Progetti didattici specifici - integrazioni al piano delle attività

Il presente piano viene integrato entro il mese di ottobre dai seguenti piani particolareggiati:

  • Piano annuale di lavoro del personale Ata
  • Distribuzione degli incarichi di ex Funzioni Aggiuntive del personale Ata

Il piano può essere inoltre integrato in corso d’anno in relazione a deliberazioni assunte dagli Organi collegiali dell’istituto che prevedano l’attivazione di specifici progetti e/o programmi che determinino in qualche modo maggiori o diversi impegni del personale docente e non docente.

Per tutto quello che riguarda la vigilanza, i rapporti con le famiglie, l'organizzazione dell’attività scolastica si fa riferimento alla seguente documentazione scolastica:

 Regolamento  d’Istituto

  • Carta dei Servizi;
  • Regolamento Vigilanza;
  • Codice di Comportamento dei dipendenti pubblici.

 L'ambito educativo, didattico e progettuale è trattato nei seguenti documenti:

  • Piano triennale dell'Offerta Formativa
  • Programmazione educativa e didattica;
  • Schede descrittive e finanziarie dei progetti attuati.

 Data la complessità dell’I.I.S. viene allegato al presente piano, costituendone parte integrante, il calendario che disciplina in dettaglio gli impegni del personale docente con l’indicazione delle date per ogni sede, inoltre si precisa che il Piano Annuale delle Attività approvato dal Collegio dei Docenti, costituisce formale convocazione degli incontri alle date indicate, salvo eventuali variazioni e modifiche che potrebbero essere apportate in caso di necessità nel corso dell’anno scolastico e che verranno comunicate nei tempi previsti.

 I documenti ed i materiali didattici sono depositati in Presidenza e sono a disposizione degli interessati; la documentazione è, inoltre, disponibile sul Sito della scuola.

 COMMISSIONI FUNZIONALI AL PTOF

 Le commissioni funzionali al PTOF si riuniscono almeno 4 volte durante l’anno scolastico per:

  • trattare argomenti,
  • elaborare documenti
  • organizzare attività

che interessano gli alunni e l’intera comunità scolastica nel pieno rispetto dell’atto di indirizzo della Dirigente, e del PTOF. Per ogni riunione va redatto apposito verbale della seduta.

 Disposizioni comuni per la compilazione del registro elettronico personale e di classe

 Si ricorda che i registri vanno compilati tempestivamente e con scrupolosità oltre che esaustività.

I docenti Tutor d’Aula delle sedi IPSEOA / IPSASR devono verificare che i PFI degli alunni presi in carico nel precedente anno scolastico siano stati correttamente aggiornati e  caricati a sistema,

Si ritiene opportuno richiamare alcune regole formali per una corretta tenuta del registro elettronico, documento di particolare importanza sia sul piano didattico-formativo che su quello giuridico-amministrativo, ciò in quanto si rileva che diversi docenti non compilano quotidianamente il registro Elettronico, soprattutto nella parte che prevede la registrazione dei voti relativi alle valutazioni scritte e orali, argomenti delle lezioni e compiti assegnati, giorni e orari di ricevimento delle famiglie, ecc.,

Nel merito, da un punto di vista giuridico ed amministrativo, si ricorda che:

  • Il Registro Elettronico, assume le caratteristiche di atto pubblico posto in essere dal pubblico ufficiale dell’esercizio della sua pubblica attività e destinato a fornire prova di fatti giuridicamente rilevanti.
  • Il registro è un atto amministrativo pubblico, espressione di quei poteri autoritativi e certificativi che fanno del docente un pubblico ufficiale, le cui verbalizzazioni costituiscono piena attestazione di quanto realmente accaduto e deve avere carattere di immodificabilità ed integrità.
  • La mancata veridicità si configura come reato perseguibile ai fini di legge in quanto “falso in atto pubblico”, anche alla luce della Legge 241/90 che consente a chi ne abbia titolo, di richiedere copia della documentazione, per cui i registri e i verbali devono essere producibili in copia.
  • La firma su registro è un atto amministrativo ufficiale che fa parte degli obblighi di servizio dei docenti .
  • I voti devono essere registrati dal docente contestualmente e tempestivamente alla verifica in modo da avere una validazione temporale.
  • È responsabilità del singolo docente la corretta tenuta del registro di classe e del docente, pertanto è fatto obbligo compilare correttamente e quotidianamente il R.E. con:
  • Firma del docente;
  • Assenze degli alunni;
  • Giustificazioni delle assenze;
  • Entrate posticipate o uscite anticipate;
  • Ritardi;
  • Giustificazioni dei ritardi;
  • Argomento del giorno nel dettaglio (per es. il titolo dei brani letti, gli esercizi assegnati come compito, gli argomenti delle verifiche …);
  • Note disciplinari;
  • Annotazioni;
  • Data e ora di eventuali colloqui con i genitori per motivi didattici e/o disciplinari;
  • Data e ora di eventuali colloqui telefonici per motivi didattici e/o disciplinari;
  • Eventuali comunicazioni riguardanti uscite didattiche e/o avvisi vari riguardanti uscite anticipate per assemblea sindacale e/o scioperi;
  • Voti di verifiche scritte e/o orali.

Relativamente ai verbali dei Consigli di Classe, si ricorda che la compilazione dei format messi a disposizione dalla F.S. devono essere adattati ai reali fatti accaduti durante i Consigli di Classe eliminando pertanto, i punti all’O.d.G. e la relativa traccia di trattazione che non riguardano la classe o il plesso.

Sarà cura del Dirigente Scolastico controllare la correttezza della compilazione e procedere al blocco dello stesso a conclusione delle date fissate per la chiusura dei bimestri/quadrimestri.

Effettuato il blocco, non sarà possibile apportare modifiche.

 Deliberato dal Collegio dei Docenti il 02/09/2022

 

                                                                       IL DIRIGENTE SCOLASTICO

                        Prof.ssa Giuseppina Terranova